Climatizzazione e rischio coronavirus: nuovo protocollo AiCARR su come gestire gli impianti

10 Giugno 2020

In questi mesi il rischio di diffusione del coronavirus negli impianti di climatizzazione e ventilazione ha fatto molto discutere gli operatori del settore – e le discussioni continuano – su come eseguire le attività di manutenzione nei diversi contesti (residenziale, uffici, grande distribuzione, edifici scolastici e sportivi, industrie e così via).

Così AiCARR (Associazione italiana condizionamento dell’aria, riscaldamento e refrigerazione) ha pubblicato un nuovo documento (allegato in basso) che fa il punto della situazione con tante indicazioni pratiche rivolte agli operatori.

In questo “Protocollo per la riduzione del rischio da diffusione del SARS-CoV-2 nelle operazioni di gestione e manutenzione degli impianti di climatizzazione e ventilazione esistenti” l’associazione fornisce informazioni di carattere generale, per poi passare alle tipologie impiantistiche presenti negli edifici e alle loro specificità in funzione della destinazione d’uso, con indicazioni aggiuntive rispetto alle normali operazioni di ordinaria gestione e manutenzione degli impianti.

L’obiettivo quindi è tenere conto delle nuove e più stringenti condizioni di funzionamento o delle eventuali modifiche impiantistiche incorse durante questa recente fase di pandemia, e illustrare indicazioni sulle strategie di pulizia e disinfezione di ogni sezione dell’impianto oggetto dell’intervento.

200727_PROTOCOLLO MANUTENZIONE_COVID-19