Ecobonus auto a basse emissioni: dal 1° settembre le nuove prenotazioni del contributo

10 Giugno 2020

Il Ministero dello Sviluppo Economico comunica che, a partire da oggi, 1° settembre, dalle ore 10, è possibile accedere nuovamente sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it per la prenotazione del contributo per l’acquisto di veicoli a basse emissioni di categoria M1 e dove è possibile trovare tutte le informazioni sull’incentivo.

I veicoli M1 sono destinate al trasporto di persone, almeno 4 ruote, massimo 8 posti a sedere (oltre al sedile del conducente). Devono essere nuovi di fabbrica, con emissioni di CO2 non superiori a 60 g/km, acquistate e immatricolate in Italia dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021; il prezzo di listino non deve essere superiore a 50mila euro compresi optional (IVA esclusa).

Dal 1° agosto 2020 e fino alla fine dell’anno, anche le Auto Euro 6 con emissioni comprese tra 61 e 110 g/km possono accedere all’incentivo. Il prezzo di listino delle stesse non deve superare i 40mila euro.

Il MiSE ricorda che il fondo automotive è stato infatti rifinanziato con ulteriori 400 milioni di euro dal decreto “Agosto”. Il provvedimento ha inoltre suddiviso la fascia di emissioni di CO2 61-110 g/km, che era stata introdotta con il decreto Rilancio, in due fasce di emissioni di CO2 comprese tra 61-90 g/km e 91-110 g/km.

In particolare, sono stati stanziati 100 milioni di € per l’originario ecobonus introdotto con la Legge di Bilancio 2019, per l’acquisto di autovetture comprese nelle fasce 0-20 g/km CO2 e 21-60 g/km CO2 (veicoli elettrici e ibridi), e 50 milioni per l’erogazione dei contributi aggiuntivi introdotti con il decreto Rilancio per le medesime fasce.

Ulteriori 250 milioni di euro verranno invece destinati per le autovetture di fascia superiore, di cui 150 milioni per la fascia 61-90 g/km e 100 milioni per la fascia 91-110 g/km. Queste risorse serviranno a finanziare fino al 31 dicembre 2020 il contributo per l’acquisto dei nuovi veicoli con o senza rottamazione.

I contributi concessi per le fasce di emissioni 0-20 g/km e 21-60 g/km sono:

  • 0-20 g/km: 6.000 euro con rottamazione e 4.000 € senza rottamazione;
  • 21-60 g/km: 2.500 euro con rottamazione e 1.500 € senza rottamazione.

Alle medesime due fasce potranno aggiungersi 2.000 euro con rottamazione e 1.000 senza rottamazione fino al 31 dicembre 2020.

Riguardo invece le due nuove fasce di emissioni 61-90 g/km e 91-110 g/km sono stati ridefiniti i contributi messi a disposizione:

  • 61-90 g/km: 1.750 euro con rottamazione e 1.000 € senza rottamazione;
  • 91-110 g/km: 1.500 euro con rottamazione e 750 € senza rottamazione.

L’ecobonus relativo alle due nuove fasce potrà essere richiesto per i veicoli acquistati e immatricolati dal 15 agosto 2020.

Qui le risorse residue al 1° settembre (veicoli L sono ciclomotori e motocicli elettrici o ibridi senza limiti di potenza):

Informazioni:

Per ottenere l’Ecobonus per l’acquisto di veicoli a ridotte emissioni o richiedere informazioni al riguardo è necessario registrarsi sulla piattaforma dedicata. Chi si è registrato entra nella piattaforma per la richiesta dell’Ecobonus e l’accesso all’Area Riservata.

Manuale (pdf) per la gestione delle prenotazioni Ecobonus (aggiornato al 1 agosto 2020)

Per ulteriori informazioni: numero azzurro 848.886.886 (dalle 9.00 alle 18.00)