Il bonus mobili vale anche per chi cede il credito dei lavori di ristrutturazione

10 Giugno 2020

Si può utilizzare il bonus mobili anche quando per la ristrutturazione della casa si sceglie la cessione del credito al fornitore, al posto della detrazione Irpef.

Il chiarimento è arrivato sull’organo ufficiale dell’Agenzia delle entrate Fisco Oggi in risposta alla seguente domanda di un lettore: Posso usufruire del bonus mobili se per gli interventi di ristrutturazione effettuati nel 2020 non usufruirò della detrazione Irpef, avendo esercitato l’opzione per la cessione del credito al fornitore?

L’agevolazione per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, si legge su Fisco Oggi che poi rimanda alla circolare n. 30 del 22 dicembre 2020 dell’Agenzia delle entrate (link in basso), spetta anche quando il contribuente che ha diritto alle detrazioni per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio (articolo 16-bis del Tuir) ha scelto, in alternativa alla fruizione diretta delle stesse detrazioni, di cedere il credito o di esercitare l’opzione per lo sconto in fattura.

Il seguente documento è riservato agli abbonati a QualEnergia.it PRO:

Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito a QualEnergia.it PRO

The post Il bonus mobili vale anche per chi cede il credito dei lavori di ristrutturazione first appeared on QualEnergia.it.