L’impianto fotovoltaico che fa tornare produttiva un’area contaminata

10 Giugno 2020

Un grande impianto fotovoltaico realizzato vicino al centro di Tolosa, nel sud della Francia, su un’ex area contaminata dalla produzione di fertilizzanti, con la partecipazione finanziaria anche dei residenti.

Un esempio interessante per le tante simili situazioni presenti in Italia, spesso contrastate in maniera aprioristica anche per installazioni su aree marginali e non più sfruttabili.

Quasi 20 anni fa, sul sito della fabbrica AZF a Tolosa si verificò un’esplosione devastante che ha profondamente traumatizzato gli abitanti della zona. Oggi, su quel lembo di terra sta per entrare in funzione un impianto solare dalle caratteristiche uniche.

La centrale FV, con una potenza di 15 MWp, si estende su una superficie di 25 ettari e produrrà 19.350 MWh di elettricità solare all’anno, in grado di soddisfare il fabbisogno di 4.060 famiglie.

Grazie alla collaborazione tra Urbasolar, società controllata da Axpo, gli stakeholder locali e politici, questo luogo fortemente inquinato è stato riabilitato per trasformarsi in un progetto a forte valenza simbolica per la salvaguardia dell’ambiente.

Situato in prossimità di un centro urbano, l’impianto ha una elevata qualità estetica: è stato progettato dall’artista francese Damien Aspe come installazione di land art che integra tavole pluricromatiche e pannelli solari. La superfice restituisce immagini differenti in base all’angolo di visuale, se, ad esempio, viene osservata dall’aeroporto di Blagnac o dalla futura funivia sul fiume Garonna.

È la prima volta che un progetto di questa portata viene realizzato grazie al finanziamento di organizzazioni locali, come l’ente municipale Metropole Toulouse e l’Agenzia per l’energia e il clima dell’Occitania. I residenti di Tolosa hanno anche avuto l’opportunità di investire nel parco solare e ricavarne un profitto annuale.

Grazie a questo modello di collaborazione, Urbasolar è stata in grado di mettere in servizio l’impianto fotovoltaico appena un anno dopo l’installazione del primo pannello. Si può dire che la struttura rappresenti oggi il più grande impianto solare urbano mai costruito.

Il video di presentazione dell’impianto FV di Tolosa:

The post L’impianto fotovoltaico che fa tornare produttiva un’area contaminata first appeared on QualEnergia.it.