Revamping dell’impianto fotovoltaico di un’azienda agricola del veronese con inverter SMA

10 Giugno 2020

L’impianto fotovoltaico per l’azienda agricola Millefrutti srl, installato nel 2011, non dava più i risultati attesi in termini di efficienza e produzione di energia. Il revamping dell’impianto si è, quindi, reso necessario a causa delle perdite che la proprietà si è resa conto non poter più trascurare.

Millefrutti srl è un’importante realtà agricola italiana, in provincia di Verona: 250 ettari di coltivazioni e oltre 10.000 mq di strutture coperte. Vanta l’unicità della filiera completa per la produzione delle cipolle borettane e lavora più di 10.000 tonnellate l’anno di verdure coltivate e trasformate.

“Abbiamo sostituito gli inverter precedenti con 3 SUNNY TRIPOWER CORE1, che hanno dato nuova energia all’impianto. Abbiamo registrato, così, un incremento pressoché immediato del 10% di produzione, oltre a numerosi vantaggi in termini di flessibilità e monitoraggio”, ha spiegato Michele Bolari, amministratore di Energy Point Garda, azienda bresciana, specializzata nella progettazione, installazione e fornitura di impianti a fonti rinnovabile, che ha curato il revamping dell’impianto ed è anche SMA Solar Partner.

Il revamping ha risposto alle esigenze di flessibilità dell’impianto, che è passato da un inverter di tipo centralizzato, che non consentiva la gestione del sistema fotovoltaico in sezioni autonome, a inverter con 6 ingressi indipendenti a macchina, necessari per una suddivisione dell’impianto.

Questo miglioramento consente di gestire l’ombreggiamento a seconda delle aree più o meno esposte all’ombra, evitando, che le diverse sezioni si influenzino nell’efficienza e garantendo sempre una produzione di energia ottimale, anche appunto in caso di ombreggiamento.

Il design unico dell’inverter di SMA, inoltre, permette di non avere vincoli di installazione e di essere posizionato su qualsiasi tetto. Questo ha consentito alla società agricola di essere conforme alla normativa vigente in termini di sicurezza.

Con una messa in servizio estremamente rapida (appena 3 giorni) le attività non hanno interferito con le lavorazioni agricole dell’azienda, che non ha subito costosi fermo macchina o rallentamenti sulle attività e sui tempi di consegna.

L’energia prodotta, infatti, viene istantaneamente consumata per le lavorazioni della società e soddisfa il 95% del fabbisogno energetico.

Conclude Bolari: “Spesso si sottovaluta l’importanza del monitoraggio. In questo caso l’assenza di una supervisione dell’impianto e di report dettagliati ha pesantemente influito sulle perdite di efficienza. Per questo, abbiamo scelto SMA Sunny Portal, l’unico sistema in grado di fornire informazioni dettagliate con il confronto tra sezioni e tra inverter, lo storico dati e una reportistica dettagliata di tutti i parametri. In questo modo possiamo accedere sempre e dovunque ai dati più importanti, analizzare i valori di misurazione, oltre che di visualizzare e confrontare in modo chiaro i rendimenti, individuando tempestivamente e risolvendo, così, anche le più piccole anomalie”.